BIOEDILIZIA - vantaggi e svantaggi

VANTAGGI

Utilizzo di materiali naturali - Con l’avvento dell’industrializzazione e l’uso sempre più frequente di componenti chimici nell’edilizia, sono stati creati materiali nuovi, non adeguatamente testati e di cui in breve tempo si è riconosciuta la tossicità per l’uomo.La scelta come principio fondamentale della bioedilizia è stata quella di utilizzare prodotti completamente naturali, dal legno ad altri componenti che permettono una perfetta coibentazione ed allo stesso tempo non risultano nocivi per la salute dell’uomo. Inizialmente l'utilizzo di materiali completamente naturali ha fatto sì che i prezzi di tali realizzazioni fossero più alti rispetto a quelli tradizionali per cui costruire in bioedilizia e' stato considerato un mercato d'elite. Contrariamente a quanto pensato, le costruzioni in bioedilizia, se pur avendo un costo iniziale più alto, permettono di recuperare questo costo con minori consumi e bassissima manutenzione del fabbricato. Con l'aumento del mercato costruttivo in BIOEDILIZIA, i materiali utilizzati hanno subito un ribasso di costo per cui oggi realizzare in bioedilizia ha lo stesso costo del tradizionale con utilizzo di materiali naturali e di vantaggi molteplici rispetto a prima.

Risparmio energetico- Oramai tutti sappiamo che la caratteristica principale delle costruzioni in bioedilizia è il notevole risparmio energetico che deriva dalla combinazione di materiali eco compatibili utilizzati per la realizzazione delle pareti, del tetto e dei solai, che combinati tra loro creano un perfetto isolamento termo-acustico con l’ambiente esterno permettendo di ridurre al minimo la perdita di calore durante il periodo invernale e il raffrescamento durante il periodo estivo.

La normativa sul risparmio energetico entrata in vigore nel 2009, prevede il rispetto di valori massimi di “conducibilità termica” che dall'anno corrente sarà pari a U:0,32 W/mq K ( se non erro) Piu’ è basso questo valore, minore è la dispersione termica dell’edificio. I sistemi adottati fino ad oggi garantiscono un K termico di 0,11 W/mq notevolmente inferiore rispetto a quanto previsto dalla legge, con spessori di pareti notevolmente inferiori rispetto alle costruzioni tradizionali a parita' di K termico.

Un altro parametro da rispettare è lo sfasamento termico, cioè il tempo impiegato dal calore ad attraversare la struttura dall’esterno verso l’interno; con le costruzioni in bioedilizia si puo' ottenere uno sfasamento termico di 13 ore almeno o piu', rispetto alle 9 previste dal regolamento.

Tutto questo puo’ essere combinato con vetri a bassa emissività (doppio vetro camera), con impianti di riscaldamento adeguati e condotte di ventilazione che permettono il ricambio dell’aria viziata all’interno dell’abitazione, ogni 60 minuti, permettendo così di ottimizzare i consumi di energia e di ridurli al minimo con conseguente riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera, quindi anche a favore del rispetto dell’ambiente.

Assenza di muffe, insetti- Tutti i legnami utilizzati vengono trattati con Sali di boro per evitare la formazione di insetti, e muffe ed il legno se ben protetto e' un materiale con una vita molto più lunga rispetto al cemento armato.

Assenza di ponti termici - Nelle strutture in legno non esistono ponti termici, contrariamente a quanto accade nell’edilizia tradizionale, dove l’utilizzo di materiali ferrosi (es. balconi) facilitano il passaggio del caldo e del freddo dall’esterno all’interno dell’abitazione.

Notevole resistenza antisismica e a forti venti - Un’altra delle caratteristiche principali delle case in legno è “l’elasticità” della struttura che oscilla ma non crolla; per questo non teme terremoti come le strutture in cemento armato notevolmente rigide, e i forti venti, essendo ancorate con dei sistemi di fissaggio speciali in acciaio, a solette o a interrati fatti in cemento armato. La tipologia costruttiva può essere a telaio o pareti in xlam a seconda della tipologia del progetto e del grado antisismico che si vuole ottenere.

Notevole resistenza al fuoco - I materiali vengono trattati per migliorare la resistenza al fuoco in caso d’incendio. con l'utilizzo del fermacell ( lastre in fibrocemento che sono come il cartongesso ma molto più resistenti) si possono ottenere vari gradi di resistenza al fuoco ( Rei 30/60/90/120). Tale resistenza e' certificata e sicura rispetto al cemento armato dove il copriferro che di norma deve essere di almeno cm 2,5/3 non sempre, anzi quasi mai, in fase di realizzazione viene rispettato per cui la resistenza al fuoco del cemento armato non è mai certa. Inoltre il fermacell o osb ( particolar materiale di legno) aiutano alla resistenza antisismica del fabbricato. Basti pensare che e' possibile realizzare una struttura interamente con telai in alluminio e lastre di fermacell.

Tempi di realizzazione rapidi- Un’altra differenza che si può riscontrare con l’edilizia tradizionale sono i tempi di realizzazione; si va dai 2 - 3 anni previsti normalmente nell’edilizia tradizionale, ai 3/6 mesi per la realizzazione di una struttura in bioedilizia “chiavi in mano”. Inoltre la realizzazione delle pareti viene fatta in azienda ed arriva in cantiere già sviluppata, basta solo montarla ed agganciarla. Inoltre in azienda si possono posizionare già gli infissi riducendo così anche la possibilità di spifferi nel loro montaggio, garantendo una migliore tenuta all'aria. Ecco perchè il grado di risparmio energetico di una costruzione in bioedilizia è certo e sicuro, anche perché si riducono al minimo i difetti di costruzione realizzando praticamente una costruzione "prefabbricata" e sicura.

Garanzia- Sicuramente non di minore importanza, va' considerata la garanzia di 30 anni rilasciata dalla maggior parte delle aziende che operano in BIOEDILIZIA, rispetto ai 10 anni rilasciata normalmente per le costruzioni in edilizia tradizionale da codice civile.

Manutenzione- Le case in bioedilizia non richiedono manutenzione, perché il legno è trattato per resistere alle intemperie e agli agenti atmosferici, in particolare quelle parti che rimangono esposte come travi a vista pergolati, balconi etc ( se si vuole lasciarle a vista). L’unica manutenzione richiesta sarà la verniciatura della facciata esterna che subisce un normale deterioramento come accade nelle costruzioni realizzate in edilizia tradizionale; a meno che non vengano fatte rifiniture particolari come mattoncini faccia vista o pietra, nel qual caso l’abitazione non richiederà alcuna manutenzione.

Rivalutazione nel tempo- Le case in bioedilizia oltre ai notevoli vantaggi di cui abbiamo ampiamente parlato nei punti precedenti, sono considerate delle “case a tutti gli effetti” pertanto si rivalutano nel tempo in base ai prezzi di mercato a seconda della posizione e localizzazione della struttura, come le case costruite in edilizia tradizionale, anzi acquisiscono maggior valore per il fatto che a distanza di anni, nonostante l’assenza di manutenzioni si mantengono perfettamente e mantengono la loro caratteristica di risparmio energetico, acustico ed hanno un confort abitativo maggiore rispetto all'edilizia tradizionale.

Costi di cantiere- Altra caratteristica a vantaggio della Bioedilizia, che quasi mai nessuno considera, e' il diminuire i costi di cantiere. Se la riduzione di tempo nel costruire in BIOEDILIZIA e' ormai un fatto certo, lo è' anche la riduzione dei costi di cantiere. Innanzi tutto la realizzazione delle pareti, solai e tetti viene fatta per l' 80% o più in azienda per cui la loro realizzazione risulta essere più veloce, si diminuiscono i costi di trasporto e stoccaggio materiali in cantiere, i costi vivi di cantiere diminuiscono (elettricità , acqua, ecc.) poiché il cantiere e' aperto per minor tempo ( alcuni pensano che tali costi siano a carico del costruttore ma è' anche vero che se il costruttore diminuisce i costi può anche diminuire il prezzo di costruzione a vantaggi del cliente finale) . Altro costo che andrà a diminuire e' il costo della sicurezza poiché le pareti non sono realizzate in opera ma solo montate, inoltre essendo il cantiere aperto per minor tempo, diminuiscono di conseguenza le probabilità di controlli maggiori e quindi di costi per adeguamenti alla sicurezza lavoratori e non e sanzioni da parte degli organi competenti in materia

Costi certi e fissi- Altro fattore e' il prezzo fermo e definitivo e certo di una costruzione in BIOEDILIZIA poiché non soggetto a canoni di contabilità di cantiere, misurazioni, adeguamento di prezzi nel tempo, ecc., per cui il committente ha già i costi certi ed immutabili dell'opera per quanto riguarda la struttura dei fabbricati( per struttura si intendono anche pareti perimetrali, tetti e solai) . L'opera viene realizzata rispettando il progetto architettonico.

Adeguamento della struttura all'architettonico - Nella BIOEDILIZIA il progetto architettonico non subisce variazioni anche se l'opera può considerarsi "prefabbricata" poiché è' la struttura che si adatta al progetto architettonico e non viceversa. Inoltre l'utilizzo del legno permette la copertura di ampi spazi rispetto ad una struttura tradizionale in cemento armato ( basti pensare a travi in legno lamellare rispetto a travi in c.a.)

Facile adeguamento di impiantistica - altra caratteristica da non sottovalutare e che nelle costruzioni in BIOEDILIZIA , essendo le pareti formate da più strati, vi è' uno strato per il passaggio degli impianti. Con il tempo lo spostamento delle prese ed interruttori può subire modifiche in base a chi vive il fabbricato, per cui spostare prese o altro in una muratura tradizionale fa' subire costi e trattamenti alle pareti che non saranno mai uguali nel tempo. Nella BIOEDILIZIA basta fare dei fori e tagli precisi su tale intercapedine del passaggio impianti senza dover tracciare o rompere tutta la muratura, ma cosa essenziale, il ripristino sarà più immediato, facile, economico e non altererà l'aspetto estetico della parete, ne' le sue caratteristiche termiche ed acustiche, lasciando il fabbricato inalterato nelle sue caratteristiche iniziali.

Bassi costi di finanziamento- Per bassi costi di finanziamento si intende che se un committente si espone per la realizzazione con istituti di credito, il pagamento degli interessi diminuisce poiché diminuisce il tempo di realizzazione dell'opera.

A fronte di tanti vantaggi che di certo nell'edilizia tradizionale non sono facili da raggiungere, ci sono alcune caratteristiche contrarie nel costruire in bioedilizia, ma se valutate nel giusto modo, costruire in BIOEDILIZIA praticamente non ha effetti contrari rispetto alle costruzioni tradizionali.

Uno " svantaggio" della BIOEDILIZIA e che tali costruzioni devono essere realizzate da ditte specializzate con notevole esperienza nel settore e valutare tutte le ditte nelle loro caratteristiche costruttive specialmente nei particolari degli agganci, impermeabilizzazioni, ecc. poiché si lavora con materiali naturali e legno e non si può permettere l'ingresso di acqua nelle strutture. Oggi molte aziende si cimentano con queste costruzioni ma finora quelle veramente sicure sono quelle che sono da diversi anni sul mercato e che operano con legno e materiali naturali da sempre. In Italia si sono aperte molte aziende per cui bisogna stare molto attenti nella scelta della ditta costruttrice delle opere in BIOEDILIZIA .

Altro svantaggio e' che bisogna essere attenti e certi in fase di progettazione architettonica poichè effettuare varianti in corso d'opera specialmente nelle aperture verso l'esterno può a volte voler dire ricostruire tutta la facciata già realizzata, con conseguente aumento di costi, per cui il progetto architettonico esterno deve essere assolutamente certo e quasi definitivo. Si possono però fare modifiche alle pareti interne poichè le stesse si possono realizzare in opera ad eccezione delle pareti che potrebbero essere collaboranti in fase strutturale dell'edificio che non possono essere più "toccate"; di solito tali pareti sono quelle esterne ma possono anche essere quelle che delimitano i corridoi nella zona notte o che delimitano gli spazi fra vari locali al piano terra.

Uno svantaggio rispetto alle costruzioni tradizionali e' che a livello economico, il committente, vista la rapidità dell'esecuzione, deve avere già i soldi disponibili poiché le ditte chiedono acconti e il tempo di posa e' molto breve per cui si rischia che il committente paghi circa l' 80% dell'opera e non ha ancora visto il montaggio delle pareti. A questa fase si è' posto rimedio con pagamenti posticipati garantendo il costruttore con polizze fidejussorie a garanzia del pagamento se l'opera viene portata a compimento ed a regola d'arte, mentre il costruttore da parte sua deve garantire il committente con una polizza fidejussoria per il completamento e realizzazione dell'opera, in pratica si tratta di garantire entrambi le parti con mezzi certi. Tale espletamento di pratiche, visto il tempo di realizzazione breve comporta un costo non altissimo per le parti ma mette a garanzia entrambi. Tale fase e' comunque sempre consigliabile anche per la costruzione tradizionale dell'opera.

 

 

Geom. Paolini Fabio

Dove siamo e Contatti


Geometra Paolini Fabio
Via Gabriele D'Annunzio, 8
63821 Porto Sant'Elpidio (FM)
0734 877225
0734 1963026
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Numero ed email ad uso esclusivo per condomini:
07341963038

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ORARIO DI APERTURA:
dal Lunedì al Venerdì
Mattino: dalle ore 09.00 alle ore 12.00
Pomeriggio solo su appuntamento

I sign.ri rappresentanti si ricevono solo su appuntamento.

© Geom. Paolini Fabio - P. Iva: 01558130447 | Link Utili - Cookie policy - Privacy Policy